STAGIONE 2017/2018

PRIMA PARTE

 

29 ottobre ore 17.30 

Teatro Gli Alcuni

Presenta 

IL CONIGLIO CILINDRO E LA SPADA NELLA ROCCIA

Con Laura Feltrin e Margherita Re

Autore Sergio Manfio

Regia: Davide Stefanato

Tecnica: teatro d'attore con pupazzi

 

Fascia d'età: 3-8 anni

 

Durata: 60 minuti circa

 

 

Questa volta i nostri Cuccioli interpretano e reinventano la leggenda della “Spada nella roccia”!

I Cuccioli, in particolare il coniglio Cilindro, cercano di estrarre la famosa spada dalla roccia mentre dall’altra parte la terribile Maga del Cappello farà di tutto per ostacolare il piano.

Ovviamente la Maga del Cappello mette in atto tutti i suoi poteri magici per riuscire nella sua impresa.

I Cuccioli dal canto loro devono inventarsi un Mago Merlino che li aiuti a sconfiggere la Maga.

Ma inventarsi un Mago non è cosa di poco conto ed ecco che allora sono costretti a mettere in campo la loro creatività, la coesione del gruppo, il loro spirito di osservazione… e nel fare questo coinvolgeranno anche, come è ormai consolidata tradizione dei nostri spettacoli, il pubblico.

 

 

 

5 novembre ore 17.30 

Lagrù Ragazzi

Presenta

STORIE NELL’ARMADIO

testo e regia: Oberdan Cesanelli

con Oberdan Cesanelli, Stefano Leva, Lorenzo Palmieri

musiche: Lucia De Angelis

scenografia: Carlo Arcadipane

sartoria: Giulia Paci

Teatro d’attore, burattini, pupazzi

 

 

Due attori, spaventati ma curiosi, si avvicinano ad uno strano armadio comparso all’improvviso…che cosa ci sarà dentro? Vecchi costumi teatrali? Polverose parrucche? E cosa si nasconde nell’armadio di ogni bambino? Mostri, streghe, marmocchi dispettosi, draghi, principi, fate? A causa di un lupo alquanto dispettoso, i due attori sono costretti ad aiutare le misteriose creature che si nascondo nell’armadio e a spaventare tutti i bambini presenti in sala. I protagonisti escono magicamente e prendono vita, in un esilarante carosello di storie vecchie e nuove che tentano di spaventare, ma fanno solo divertire. Gran finale con un’esaltante battaglia di cuscini tra gli spettatori!

 

12 novembre ore 17.30

Teatrombria

Presenta

 

IL TOPOLINO CHE SCOPRI’ IL MONDO

 

Liberamente tratto dal racconto di Etienne Delessert

Ideazione, testo e regia: Grazia Bellucci
Ombre: Grazia Bellucci
Pupazzi: Roberta Socci, Grazia Bellucci
Animatori: Grazia Bellucci, Stefano Giomi 



Amerigo è un topolino curioso che ha sempre vissuto sottoterra insieme al papà mamma e i fratellini, un giorno diventato grande decide di avventurarsi fuori dalla sua tana per conoscere quello che c’è sulla superficie della terra. Inizierà cosi un viaggio avventuroso, alla scoperta del mondo. Un viaggio divertente e popolato da tanti incontri straordinari...il sole, la luna, i fiori. Ognuno di loro avrà qualcosa da raccontare ad Amerigo. Un viaggio divertente, poetico ma non privo di momenti anche pericolosi.
Il topolino che scoprì il mondo è uno spettacolo poetico e al tempo stesso ironico e divertente che si rivolge ad un pubblico infantile. Il lavoro dell’attore si interseca con abilità con il ritmo “burattinesco“
  dei pupazzi. Il testo si intreccia con la magia onirica del teatro delle ombre. Creando un contrasto talvolta poetico talvolta comico, intervallato da numerosi momenti di interrelazione con il pubblico infantile. La storia è semplice, è la storia di un viaggio, è la storia di una scoperta attraverso gli occhi stupiti di un topolino. Gli elementi naturali, diventeranno i protagonisti di questo viaggio che servirà al piccolo e simpatico protagonista, Amerigo, a scoprire il mondo ma anche e soprattutto se stesso e quindi a superare le proprie paure. 



 

19 novembre ore 17.30

Compagnia I Guardiani dell’Oca

Presenta

ROBIN HOOD NEL CASTELLO DI NOTTINGHAM

Con Tiziano Feola e Zenone Benedetto
 pupazzi di Ada Mirabassi
scenografia di Zenone Benedetto
costumi di Ettore Margiotta
testo e regia di Zenone Benedetto


Spettacolo con attori, pupazzi e sagome
adatto dai 3 anni in su

Nell'affascinante mondo dell'Inghilterra medioevale, Robin Hood e la sua allegra compagnia, immersi nel verde fantastico e magico della Foresta di Sherwood, tentano di opporsi eroicamente alle cattiverie del perfido Principe Giovanni, detto il senza terra", e del suo fedelissimo e cattivissimo Sceriffo di Nottingham. In un crescendo di emozioni i ragazzi potranno rivivere un'affascinante storia dal sapore antico, ricca di sorprese e colpi di scena. Little John, Frate Tuck, Lady Marianne, lo Sceriffo di Nottingham e il piccolo soldato Artur, faranno a gara per impedire o agevolare le imprese eroiche di Robin Hood. Tra fantasmini, castelli e antiche leggende, per circa un'ora, tutti potranno partecipare attivamente all'avventura fantastica di Robin

 

 

26 novembre ore 17.30

Compagnia Instabile Quick

Presenta

 

LE CASE DEL BOSCO

 

ispirato a Bau cerca casa di Birger Koch

Di Giorgio Putzolu

Con Rosa Maria Messina e Vaninka Riccardi
Musiche originali di Roberta Mangiacavalli

Scenografia Paola Macchi

Teatro d'attore con pupazzi

 

I gatti sono come i bambini, l'unico modo che hanno per imparare... per conoscere, per crescere è... giocare... Birillo è un gattino molto vivace e curioso, è nato, e cresce, in casa di una bambina, Alberta. È molto amato ma... la mattina tutti escono e Birillo, passa le sue giornate da solo. Come tutti i gattini ha una gran voglia di giocare e dà vita a tutto ciò che vede attorno a sé, combinando un sacco di guai... Fino a quando, in una giornata, particolarmente lunga, finisce per mettere a soqquadro tutta la casa...e per paura di essere punito, scappa fino a perdersi nel bosco. Solo e affamato, inizierà la sua ricerca per una nuova casa. Il viaggio porta il gatto all'incontro con tanti altri animali ed alla scoperta di un mondo ben più vasto rispetto a quello da lui conosciuto. Ogni animale incontrato propone a Birillo la propria esperienza di vita e il proprio progetto di casa. Il gatto cercherà, ascoltando i consigli, di abitare nuovi rifugi, di costruire case che si riveleranno, tragicomicamente, inadatte ai propri bisogni. Ma la padroncina, che non si è dimenticata di lui, cerca Birillo e lo ritrova. L'incontro tra i due sarà decisivo e liberatorio e trasformerà la piccola, momentanea perdita, in una utile esperienza, alla scoperta dei propri sentimenti. La pazienza per la costruzione di un progetto che non è fatto solo di muri, ma anche di relazioni che portano, infine, a trovare la propria casa nel cuore e nel mondo.  Lo spettacolo affronta il bisogno di identità, fondamentale anche per quanto riguarda il luogo, e la costruzione di affetti che la casa identifica e che ci accompagna fin da bambini per tutta la vita. La ricerca della propria casa rappresenta quindi, nel bambino e non solo, il complesso di relazioni e la ricerca di stabilità affettiva, di identità, di appartenenza ad una comunità. Il concetto e il desiderio di casa, a seconda delle fasi, muterà, si adatterà, nell'immaginario, nella formazione, nel percorso di ognuno. Lo spettacolo affronta, con la perdita della prima casa, la sensazione di smarrimento, ma anche l'avventura e la ricerca non solo di un riparo, ma di un luogo dove si concretizza la maturità, il punto di arrivo esperienziale, sia dell'anima che delle relazioni più solide e durature.

 

3 dicembre ore 17.30

Habanera

Presenta

CODAMOZZA IL GATTO

Teatro di figura con pupazzi e attore, liberamente ispirato a una favola de Le Mille e Una Notte

scenografie e pupazzi: Patrizia Ascione
testi e regia: Stefano Cavallini
con Patrizia Ascione e Stefano Cavallini

Si racconta come i gatti siano diventati domestici e perché spesso affiori il loro sentimento selvaggio delle origini, tornando ad avventurarsi lontano dal caldo della propria casa…
Codamozza il gatto, in una notte tempestosa è arrivato in un bosco, in cerca di un topino, il cui odore suo nonno gli ha insegnato a “sentire” negli angoli della cantina…
E alla fine dell’avventura, fatta d’inganni e sotterfugi, la ragione prevale sull’istinto.
Protagonisti un topino e la sua tana, un bosco ai margini di una città, Codamozza il gatto, una civetta, un’istrice e un cane buono.
Attore e pupazzi, queste le tecniche usate, si muovono su una scenografia la cui ambientazione viene completata con l’aiuto dei bambini. Attraverso la parola e l’animazione, lo spettacolo umanizza animali che molto spesso convivono a stretto contatto con i bambini e che con essi scambiano sentimenti e suggestioni; per questo lo spettacolo è particolarmente coinvolgente e inconsueto.

 

Teatro di Figura Perugia

via del Castellano, 2/a Perugia

ingresso anche da via del Cortone

 

Ingresso unico: € 6

 

Per informazioni e prenotazioni: Tieffeu tel. 075 5725845

apertura biglietteria: dalle ore 16.00 tel. 075 5730826

Se vuoi essere sempre aggiornato

inviaci una mail all'indirizzo info@tieffeu.com e sarai inserito nella newsletter